Top

Assegno di maternità dei Comuni

L’assegno di maternità dei Comuni è un contributo statale, concesso dai Comuni alle mamme che non hanno copertura previdenziale nei primi mesi dopo la nascita di un figlio. È possibile ottenere un assegno per ogni figlio nato, adottato o in affidamento preadottivo. Per i nati dal 1° gennaio 2020 l’importo è pari a 1.740,60 euro.

 

Chi può richiedere il contributo? 

Per ottenere l’assegno di maternità è necessario:
– essere cittadina italiana, comunitaria o extracomunitaria in possesso di carta di soggiorno;
– risiedere nel Comune di Venezia;
– non avere il trattamento previdenziale a carico dell’INPS o di un altro ente previdenziale oppure avere un’indennità inferiore all’ammontare dell’assegno di maternità (in questo caso potrà essere richiesta al Comune la differenza tra quanto già percepito e l’ammontare complessivo dell’assegno di maternità;
– far parte di un nucleo familiare con ISEE minorenni per l’anno 2020 non superiore a 17.416,66euro.

 

Come si richiede il contributo? 

La domanda per il contributo, compilata utilizzando l’apposito modulo, deve essere presentata presso gli Uffici Protocollo del Comune di Venezia entro 6 mesi dalla nascita del figlio.
La domanda deve essere accompagnata da seguenti documenti:
– copia di un documento d’identità del richiedente
– copia della carta di soggiorno nel caso la richiedente sia cittadina extracomunitaria
– copia dell’attestazione ISEE minorenni.

L’attestazione Isee può essere richiesta gratuitamente presso tutti gli sportelli Caf Acli della provincia di Venezia.

(foto di Isaac Quesada on Unsplash)


A chi è rivolto?

Per i neogenitori