Top

Assegno di natalità – bonus bebè

L’assegno di natalità, conosciuto anche come “bonus bebè”, è una prestazione economica a sostegno del nucleo familiare, erogata dall’INPS per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020.

 

Chi può richiedere l’assegno di natalità?
Possono accedere al beneficio i genitori il cui figlio sia nato o adottato dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020 e che siano in possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana o di uno Stato dell’Unione Europea, oppure permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, oppure carta di soggiorno per familiare di cittadino dell’Unione Europea (italiano  o comunitario) non avente cittadinanza di uno Stato membro, oppure ancora carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro. Ai fini del beneficio ai cittadini italiani sono equiparati i cittadini stranieri aventi lo status di rifugiato politico o lo status di protezione sussidiaria;
– residenza in Italia;
– convivenza con il figlio: il figlio e il genitore richiedente, devono essere coabitanti ed avere dimora abituale nello stesso comune.

 

A quanto ammonta l’assegno di natalità?
L’erogazione è modulata su tre fasce ISEE:
– assegno annuale di 1.920 euro per le famiglie con ISEE minori non superiore a 7.000 euro;
– assegno annuale di 1.440 euro per le famiglie con ISEE minori superiore a 7.000 euro e inferiore a 40.000 euro;
– assegno annuale di 960 euro per le famiglie con ISEE minori superiore a 40.000 euro.
In caso di figlio successivo al primo, nato o adottato nel corso del 2020, l’importo dell’assegno è aumentato del 20%.

 

Come si richiede l’assegno di natalità?
La domanda può essere presentata:
– tramite il sito dell’INPS, utilizzando il PIN dispositivo
– tramite il Contact Center Integrato dell’INPS: 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o 06 164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante)
– tramite un Patronato.
Tutti gli sportelli del Patronato Acli della provincia di Venezia sono a disposizione per assistenza e per l’inoltro delle pratiche.



A chi è rivolto?

Per i neogenitori