Top

Contributo per i genitori disoccupati o monoreddito con figli disabili

Il contributo per i genitori disoccupati o monoreddito con figli disabili è un contributo mensile, riconosciuto a uno dei genitori disoccupati o monoreddito, che fanno parte di nuclei familiari monoparentali con figli a carico con una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60%.

Il contributo è erogato su richiesta dell’interessato per gli anni 2021, 2022 e 2023.

L’erogazione del contributo prescinde dalla proprietà della casa di abitazione, è cumulabile con il Reddito di cittadinanza e non concorre alla formazione del reddito complessivo.

 

Chi può richiedere il contributo?

Il contributo può essere richiesto da genitori disoccupati (privi d’impiego oppure con reddito da lavoro dipendente non superiore a 8.145 euro all’anno o reddito da lavoro autonomo non superiore 4.800 euro all’anno) o monoreddito (che ricava tutto il proprio reddito esclusivamente dall’attività lavorativa o percepisce un trattamento pensionistico previdenziale), appartenente a nuclei familiari monoparentali (con la presenza di un solo genitore) in possesso dei seguenti requisiti:
– essere residente in Italia;
– disporre di un valore ISEE in corso di validità non superiore a 3.000 euro;
– avere a carico uno o più figli a carico aventi una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60%

 

A quanto ammonta il contributo?

Il contributo ammonta a 150 euro al mese. Nel caso in cui il genitore abbia due o più figli a carico con una disabilità non inferiore al 60%, l’importo riconosciuto l’importo sale a 300 euro (nel caso di due figli) o a 500 euro (nel caso in cui i figli siano più di due).

Nel caso di ricovero temporaneo del figlio con disabilità presso istituti di cura di lunga degenza o presso altre strutture residenziali a totale carico dello Stato o di altra amministrazione pubblica, il beneficiario ha l’obbligo di informare tempestivamente l’INPS che provvederà a sospendere l’erogazione del contributo per tutto il periodo di ricovero.

 

Come si richiede il contributo?

La domanda va presentata all’INPS dal 1° febbraio al 31 marzo per ognuno degli anni 2022 e 2023 esclusivamente in via telematica:
– accedendo dal sito web www.inps.it con SPID almeno di livello 2, Carta di identità elettronica 3.0 (CIE) o Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
– contattando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile, con la tariffa applicata dal gestore telefonico);
– gratuitamente tramite enti di Patronato.

Il primo pagamento comprende, relativamente all’anno di presentazione della domanda, anche l’importo delle mensilità maturate fino a quel momento. Solo per le domande presentate nel 2022, il genitore richiedente può dichiarare espressamente di voler presentare domanda anche per il 2021.

 

(foto di Jon Tyson da Unsplash)


Quando?

Da 01-02-2022 a 31-03-2022